Hi-Tech

Perché la polizia vuole backdoor sugli smartphone anche se sa hackerarli

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

In America continua ad essere molto acceso il dibattito sulla sicurezza degli smartphone: da un lato le forze dell'ordine chiedono una backdoor o comunque un modo per sbloccare i dispositivi delle persone coinvolte in casi criminali, soprattutto quelli gravi, dall'altra le aziende sono restie nel nome della privacy dei loro utenti (e argomentando che a prescindere dalla nobiltà di intenti, se c'è una backdoor nota il rischio che qualche malintenzionato la sfrutti non possono che salire).

Ultimamente la voce delle forze dell'ordine è salita, soprattutto in concomitanza con la sparatoria della base militare di Pensacola. Eppure un recente report di Motherboard, basandosi sulla visione di documenti riservati interni, argomenta che il modo per entrare gli investigatori lo trovano, grazie a chioschi specializzati come quello di Cellebrite da poco adottato dalla Polizia scozzese. La tabella di seguito dimostra in quante operazioni il chiosco più diffuso e apprezzato dalla polizia in USA, ovvero l'UFED (Universal Forensic Extraction Device) InField sviluppato sempre da Cellebrite. i test sono stati condotti lo scorso aprile dall'agenzia governativa NIST, ovvero National Institute of Standards and Technology.

Presi così come sono, i dati sembrano effettivamente dare ragione alle aziende. Se tanto comunque riesci a hackerarli, cos'altro vuoi?, verrebbe da chiedere. Il problema è che il mondo della cybersicurezza è molto volubile: basta un aggiornamento software, qualche linea di codice cambiata, e il dispositivo torna blindato. C'è poi da considerare il principio dei grandi numeri, per cui più diffuso è un sistema più facile è che se ne scoprano le vulnerabilità. Le variabili sono talmente tante che gli investigatori continuano a operare in un clima di continua incertezza. Lo conferma indirettamente un detective texano contattato da Motherboard:


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 639 euro oppure da Amazon a 699 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker