Hi-Tech

Il coronavirus di Wuhan ferma anche il campionato cinese di League of Legends

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Anche League of Legends rimane coinvolto nella storia dell'epidemia di coronavirus 2019-nCoV, il cui epicentro è la città cinese di Wuhan. La seconda settimana del campionato professionale più famoso della Cina è stato rimandato a data da destinarsi.

L'idea di fondo, ovviamente, è evitare di facilitare la diffusione del virus, dato che si trasmette da uomo a uomo con una certa facilità, rinchiudendo un gran numero di persone nello stesso luogo. È lo stesso principio che ha spinto le autorità cinesi a rimandare i principali festeggiamenti per il capodanno cinese, e che ha costretto Huawei a rimandare un'importante conferenza per sviluppatori (ma provvedimenti simili sono stati adottati da molte altre aziende).

Purtroppo i provvedimenti non sono ancora riusciti a fermare il diffondersi dell'epidemia: secondo le ultime cifre, i decessi sono saliti a 81, con oltre 2.700 casi di contagio – la maggior parte in Cina, ma cominciano a emergere casi anche in vari Paesi esteri.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 455 euro oppure da ePrice a 539 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker