Hi-Tech

Riconoscimento facciale per Scotland Yard: tecnologia, privacy e polemiche

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Probabilmente avranno fatto i conti anche con i tempi della Brexit, fatto sta che il riconoscimento facciale entra ufficialmente tra le funzioni a disposizione della Metropolitan Police britannica dopo anni di sperimentazioni. Solo pochi giorni fa la Commissione Europea aveva ammesso le intenzioni di mettere in stand-by questa tecnologia su tutto il territorio comunitario (per 5 anni, si dice), in attesa di creare leggi ad hoc a protezione della privacy e della libera espressione dei cittadini. Ma con l'imminente uscita di Londra dall'Unione non sembrano esserci particolari divieti per l'attuazione.

Dunque Scotland Yard avrà a disposizione da oggi stesso la tecnologia LFR (Live Facial Recognition), così come reso noto sul sito istituzionale (link in FONTE). Questa metodologia sarà tuttavia inizialmente limitata ad alcune aree di Londra. Così viene spiegato il suo funzionamento alla luce delle critiche che – prevedibilmente – tale decisione ha sollevato:

non è un caso di tecnologia che sostituisce la polizia tradizionale. É un sistema che dà semplicemente un "suggerimento" agli agenti di polizia, indicando che "quella persona laggiù potrebbe essere quella che stai cercando", ed è sempre l'ufficiale a decidere se agire o meno.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Mobzilla a 649 euro oppure da Amazon a 704 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker