Hi-Tech

Il coronavirus di Wuhan costringe Huawei a rimandare una conferenza per sviluppatori

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Huawei ha dovuto posticipare una importante conferenza per sviluppatori a causa del nuovo coronavirus 2019-nCoV, che causa una polmonite piuttosto aggressiva ed è sospettato di aver già ucciso 25 persone in Cina, il Paese nel quale apparentemente il virus è venuto alla luce, e di averne infettate almeno 600. In particolare, la maggior parte dei casi di infezione è stata riscontrata nella gigantesca città di Wuhan (circa 11 milioni di abitanti), che ora è in quarantena.

Wuhan e Shenzhen, luogo in cui si sarebbe dovuta svolgere la HDC.Cloud 2020 e in cui sorge il quartier generale della società, sono ben distanti (un migliaio abbondante di km), ma Huawei non vuole rischiare. D'altra parte il livello di allerta in Cina è piuttosto elevato – il governo di Pechino ha deciso di sospendere tutti gli eventi celebrativi per il capodanno cinese, per esempio, onde minimizzare viaggi e rischi di contagio, visto che apparentemente il virus si trasmette da umano a umano con una certa facilità.

Molte grosse aziende cinesi, tra cui anche Foxconn e Huawei stessa, hanno distribuito maschere e suggerito ai suoi dipendenti di evitare di viaggiare o partecipare ai festeggiamenti. Naturalmente anche i Paesi esteri si stanno attrezzando per affrontare e contenere l'eventuale emergenza. Per esempio, da stamattina a Fiumicino i passeggeri in arrivo da Wuhan vengono visitati al momento dello sbarco.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker