Hi-Tech

Sonos, da maggio 2020 stop agli aggiornamenti per i prodotti più vecchi

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Gli altoparlanti e altri dispositivi Sonos di prima generazione si avvicinano ormai alla fine del loro supporto. Parliamo di prodotti ormai vecchiotti – i Zone Player, Connect e Connect:Amp furono lanciati nel 2006 (non era ancora nemmeno stato presentato il primo iPhone!), i Bridge nel 2007, i Play:5 di prima generazione e i CR200 nel 2009 – che naturalmente non sono più in vendita già da qualche anno. Da maggio 2020 in poi non riceveranno più aggiornamenti software.

Ciò non significa naturalmente che smetteranno di funzionare, ma non avranno nuove funzioni né eventuali patch di sicurezza. Il problema è che, con l'evolvere dei servizi di streaming e il loro aggiungere di sempre più funzioni, le compatibilità potrebbero ridursi in futuro. (Fino a) 14 anni di supporto software sono tanti nel mondo dell'elettronica di consumo; è tuttavia vero che nel mondo dell'audio hi-fi il ciclo vitale standard è molto, molto più lungo.

Non è infrequente che casse e impianti durino anche svariati decenni (e infatti Sonos stessa osserva che circa il 92% dei dispositivi che ha venduto è ancora in attività). Purtroppo, almeno in questa fase, una vita più corta è lo scotto da pagare per avere i prodotti smart. Dal canto suo, c'è da dire che Sonos offre un programma di permuta ragionevolmente generoso, applicando sconti del 30% sui nuovi prodotti quando se ne restituisce uno più vecchio.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla.it a 449 euro oppure da Amazon a 545 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker