Hi-Tech

Microsoft, esposti in Rete i dati di 250 milioni di utenti

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

I casi di esposizione (non autorizzata) di dati personali non si arrestano: l'ultimo in ordine di tempo riguarda Microsoft e i 250 milioni di utenti che si sono rivolti al suo servizio di supporto tecnico. Una mole di informazioni decisamente elevata è rimasta liberamente accessibile in rete, per almeno due giorni, prima che gli esperti di sicurezza di Comparitech segnalassero l'accaduto alla casa di Redmond – sono gli stessi ricercatori che, a dicembre scorso, hanno fatto luce su una vicenda analoga relativa agli utenti Facebook.

Parlare di quantità di dati elevata non è per nulla fuori luogo: era infatti formata dai log delle conversazioni tra il personale di supporto di Microsoft e gli utenti che chiedevano assistenza. Clienti da ogni parte del mondo e richieste di intervento riconducibili ad un periodo di ben 14 anni – dal 2005 a dicembre 2019. Più nello specifico, i dati comprendevano, tra gli altri:

  • Indirizzi email
  • Indirizzi IP
  • Informazioni sulla località
  • Dettagli delle richieste di supporto
  • Mail del personale di supporto
  • Numero del caso, dettagli sulla risoluzione e osservazioni
  • Note interne del servizio di assistenza contrassegnate come "riservate"

Altre informazioni (ancor più) personali erano state oscurate a monte: non sono stati divulgati in particolar modo dettagli su numeri di telefono e dati finanziari (come quelli relativi agli strumenti di pagamento).


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 441 euro oppure da Amazon a 545 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker