Hi-Tech

Riconoscimento del volto, l'UE valuta un divieto di 5 anni per creare leggi adeguate

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La tecnologia di riconoscimento facciale potrebbe essere vietata per almeno cinque anni, nei luoghi pubblici, dall'Unione Europea. La Commissione sta valutando questo provvedimento per evitare il nascere di problemi di privacy e di libertà individuali: i cinque anni sarebbero impiegati per la realizzazione di una legge apposita per evitare abusi – una delle principali paure espresse dagli attivisti per i diritti umani un po' in tutto il mondo.

Le grandi società che questa tecnologia la sviluppano, come Microsoft, Google, Facebook, Apple e Amazon, sono parte importante di questo delicato dibattito. Il dilemma, che si ripete un po' sempre quando si parla di tech e governi, è che da una parte può essere usata per facilitare l'individuazione e la cattura di criminali, dall'altra è molto facile abusarne in modo illecito, o anche solo controllare in modo oppressivo ed eccessivo ogni azione dei cittadini. La Cina, in cui il rispetto di privacy e libertà individuali viene spesso posto in secondo piano, il riconoscimento del volto è ormai onnipresente: da poco più di un mese è addirittura obbligatorio per l'acquisto di una SIM e la navigazione su internet (anche da casa).

Le aziende americane continuano con lo sviluppo della tecnologia di riconoscimento del volto, anche se ogni tanto gruppi di dipendenti (anche investitori, nel caso di Amazon) manifestano il proprio malcontento. Vero è che la maggior parte di esse, Amazon e Microsoft in particolare, hanno adottato una posizione nel mezzo: continuano a credere nella necessità di fornire questi strumenti alle forze dell'ordine, ma sono anche convinte che servano leggi dedicate, più nuove e moderne. I dirigenti al più alto livello di entrambe le aziende se ne stanno occupando attivamente – Brad Smith per Microsoft (presidente) e Jeff Bezos per Amazon (presidente, CEO, fondatore).


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker