Hi-Tech

Intelligenza artificiale: anche Google ritiene che debba essere regolamentata

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sundar Pichai da poco diventato CEO sia di Google che di Alphabet – si è recentemente espresso sulla necessità di regolamentare il mondo dell'intelligenza artificiale. Si tratta senza dubbio di un tema centrale della nostra epoca, vista la rapida diffusione che l'AI sta avendo in tantissimi aspetti della vita umana. Sono sempre di più i processi che vengono gradualmente automatizzati e resi più efficienti da un algoritmo, tuttavia ciò apre a scenari ancora inesplorati e potenzialmente pericolosi, come messo in evidenza già qualche anno fa da un prestigioso team di ricerca.

Anche Pichai si trova quindi favorevole alla definizione di regole sul come l'intelligenza artificiale debba essere impiegata, in modo da evitare che il suo utilizzo sia dettato principalmente dalle leggi del mercato e non dal buon senso. Il parere del CEO di Google è stato riportato nel corso di un'intervista al Financial Times (in Fonte), nella quale Pichai mette subito in risalto il principale problema – a suo modo di vedere – alla base della regolamentazione: il modo in cui questa debba essere effettuata.

Sino ad ora abbiamo visto come le grandi potenze mondiali non abbiano svolto grandi passi in questo senso, apparentemente. Ad esempio, l'Europa si è limitata a varare un codice etico, che non può certo essere inteso come vera e propria regolamentazione. Il motivo di ciò è uno: secondo Pichai, infatti, non è facile capire come affrontare il tema e cita alcuni esempi di invenzioni molto utili avvenute durante la storia dell'uomo, i cui effetti però non sono sempre stati positivi.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Clicksmart a 459 euro oppure da Amazon a 545 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker