Politica

Nelle linee guida per le scuole non c'è discriminazione per censo, dice il ministero 

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

“Quanto apparso sul sito della scuola IC Via Trionfale di Roma non ha nulla a che fare con Linee guida ministeriali o altra documentazione richiesta dal Ministero dell’Istruzione”. Lo fanno sapere fonti del Ministero dell’Istruzione a proposito del caso della scuola di Roma dove sarebbe stata fatta una suddivisione degli alunni nei plessi in base al censo. 

“Se la scuola, per giustificare la descrizione del contesto che è stata fornita sul proprio sito, sostiene di aver seguito precise Linee ministeriali, riferendosi a documenti come il Rapporto di autovalutazione o il Piano triennale dell’offerta formativa, si sbaglia”, sottolineano ancora le stesse fonti. 

“In quei documenti – si precisa ancora da fonti del ministero – è richiesta una semplice analisi del contesto al fine di definire al meglio le scelte didattiche e l’offerta formativa, nonché il percorso di miglioramento da realizzare. Tant’è che la descrizione del contesto all’interno del RAV e del PTOF, definiti dall’IC Trionfale, non contiene elementi di discriminazione. Pertanto – viene sottolineato – è stata una libera scelta dell’Istituto inserire quel testo in una pagina di presentazione della scuola ad uso dei genitori, accessibile dall’home page, particolarmente visualizzata, peraltro, nel periodo delle iscrizioni”. 

La difesa dell’istituto

La risposta del ministero arriva dopo che in mattinata il Consiglio di Istituto dell’istituto Comprensivo di via Trionfale aveva detto in una nota che “I dati riportati nella presentazione della scuola, composta da 4 distinti plessi, collocati in diversi contesti socio-culturali, sono da leggere come mera descrizione socio-economica del territorio, secondo le indicazioni del MIUR per la redazione del POF. L’istituto scolastico non ha mai posto in essere condotte discriminatorie nella ripartizione degli alunni nei diversi plessi o nelle diverse classi”.

“È importante chiarire – prosegue il testo – che al momento dell’iscrizione dei propri figli, sono i genitori a scegliere uno dei 4 plessi scolastici dell’istituto IC via Trionfale sulla base dei criteri della residenza e/o del luogo di lavoro. In ogni caso, si ritiene opportuno procedere ad una modifica del POF perché siano rimosse le definizioni interpretate in maniera discriminatoria e perché si possano descrivere compiutamente i percorsi formativi e inclusivi realmente applicati e portati avanti dalla scuola e dalle famiglie dell’IC Via Trionfale”.

Il documento conclude: “La scuola attua costantemente e quotidianamente, attraverso l’istituzione scolastica, attraverso il lavoro dei docenti e attraverso la collaborazione delle famiglie, le migliori e più opportune pratiche per l’inclusione e la rimozione di qualunque discriminazione”. 

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker