Hi-Tech

L'FBI sblocca un iPhone 11 Pro Max: strumentali le polemiche su Pensacola

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Negli ultimi giorni si è riaperto lo scontro tra Apple e l'FBI, con quest'ultima che accusa la casa di Cupertino di non voler collaborare allo sblocco degli iPhone appartenenti ai criminali, in particolare riferimento alla recente tragedia di Pensacola. Il caso ha portato persino il Presidente degli Stati Uniti a dover dire la sua, tuttavia pare che questa recente ondata di polemiche e indignazione sia del tutto strumentale.

A suggerire ciò ci pensa un altro caso – scovato da Forbes e riportato da MacRumors – in cui è stato necessario accedere ai dati presenti nell'iPhone di un sospettato, per il quale pare che sia stato utilizzato il tool GrayKey da parte dell'FBI. L'aspetto interessante della vicenda riguarda il fatto che l'iPhone in questione sia un 11 Pro Max, ovvero il miglior top di gamma di casa Apple dotato del maggior livello di protezione.

Appare quindi strano che la stessa procedura non possa essere utilizzata per accedere ai dispositivi legati al caso di Pensacola, dal momento che si tratta di un iPhone 7 e di un iPhone 5 (quest'ultimo è persino sprovvisto del Secure Enclave). Insomma, tutto il caso mediatico di questi giorni sembra apparire più come una polemica montata ad arte – probabilmente per desensibilizzare l'opinione pubblica nei confronti di un tema fondamentale come la privacy e il diritto alla cifratura – piuttosto che l'espressione di un reale bisogno da parte delle autorità.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da emarevolution.it a 640 euro oppure da Amazon a 704 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker