Hi-Tech

Apple, Microsoft e BMW si uniscono all'appello: l'Europa blocchi i patent troll

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple, Microsoft, BMW fanno parte del gruppo di aziende che chiedono all'Europa di bloccare il fenomeno dei cosiddetti patent troll; si tratta di soggetti che basano la propria attività d'impresa sulla registrazione di brevetti, sfruttati per guadagnare tramite la concessione di licenze o mediante controversie giudiziarie attivate per far valere la violazione della proprietà intellettuale e chiedere un risarcimento.

Di fatto il patent troll non applica mai il brevetto ad un prodotto che produce e vende in prima persona, ma lucra esclusivamente sfruttando gli spazi di manovra concessi da un sistema di regole che, secondo aziende come Apple e Microsoft, andrebbe rivisto anche in Europa. Questa posizione si è tradotta in una lettera – la sottoscrivono in totale 35 aziende, comprese altre case automobilistiche, e quattro gruppi industriali – indirizzata alla Commissione Europea, e in particolar modo a Thierry Breton, commissario per il mercato interno.

Il gruppo dice che i patent troll stanno soffocando l'innovazione, e chiede che i giudici europei adottino provvedimenti meno rigidi, rilevando che in passato sono stati disposti divieti assoluti di vendere determinati prodotti anche nel caso della violazione di un unico brevetto. Le procedure che tutelano la proprietà intellettuale non stanno funzionando correttamente e impediscono all'Europa di essere competitiva a livello internazionale in campo tecnologico, ha aggiunto Patrick Oliver, direttore esecutivo di IP2Innovate, uno dei sottoscrittori della lettera.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker