Hi-Tech

Xenobots: create le prime macchine biologiche da cellule staminali di una rana

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Quando il limite tra biologia e robotica diventa sottile, quasi impercettibile, si entra in un campo ancora inesplorato se non in qualche titolo holliwoodiano, ma questo non è un film e gli Xenobots sono più che reali. Ad inventarli un gruppo di scienziati dell'Università del Vermont a partire da cellule staminali di una rana africana (lo Xenopo liscio), capaci di realizzare minuscole "macchine biologiche" più piccole di 1 millimetro e in grado di "viaggiare" potenzialmente all'interno di un corpo umano.

Difficile etichettare gli Xenobots, i ricercatori che lavorano al progetto parlano infatti di una nuova forma di vita capace di stare intere settimane senza cibo, spostarsi, lavorare in gruppo, rigenerarsi ma non riprodursi. Ma attenzione a non fraintendere: dei tradizionali robot hanno ben poco, non ci sono parti metalliche create dall'uomo a comporre la loro struttura, bensì sono degli "organismi programmabili".

La scelta delle cellule staminali non è certo casuale, hanno infatti la capacità di svilupparsi in differenti tipologie di cellule; in questo progetto sono state così incubate, tagliate e donate di una forma specifica elaborata da un supercomputer. Una nuova era che apre a scenari inediti, come sostenuto anche da uno degli scienziati a capo della ricerca, Joshua Bongard, che non esclude nemmeno ipotesi di applicazione per la salvaguardia dell'ambiente e, nello specifico, dei nostri mari (soluzione che potrebbe sulla carta essere decisamente più efficiente dei sistemi attuali, come il progetto Ocean Cleanup):


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 517 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker