Hi-Tech

Tesla farà pagare tutta l'energia prelevata ai Supercharger

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Tesla ha aggiornato il modo in cui fattura la ricarica presso i suoi Supercharger. Questa rete di ricarica è da sempre un grande valore aggiunto per la società di Elon Musk. Nel corso degli anni, i Supercharger hanno permesso ai clienti del costruttore americano di auto elettriche di poter viaggiare senza problemi anche su lunghe tratte grazie alla potenza di ricarica che nelle stazioni V3 può arrivare a 250 kW. Ultimamente, l'azienda ha anche annunciato un ulteriore piano di ampliamento.

Per lungo tempo, le ricariche presso queste stazioni sono state gratuite o meglio il loro costo era incluso in quello di acquisto delle auto. Successivamente, Tesla ha adottato un sistema di fatturazione a pagamento per finanziare la crescita di questa rete. L'investimento per sviluppare i Supercharger è molto dispendioso e quindi Tesla ha deciso di far pagare ai clienti, anche se non davvero a tutti, il costo delle ricariche.

Adesso, la Casa americana ha perfezionato il suo sistema di fatturazione includendo anche l'energia consumata durante la ricarica per alimentare gli altri sistemi dell'auto come la climatizzazione, il condizionamento del pacco batteria e tutto quanto viene alimentato durante la sessione. In precedenza, infatti, Tesla addebitava solo il costo dei kWh caricati per il pacco batteria. Una scelta che dovrebbe permettere di calcolare con precisione la quantità di energia prelevata dalla rete durante il rifornimento e dunque di addebitare l'esatto costo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker