Hi-Tech

Apple: meno miniere e più riciclo. Con il robot Daisy i rifiuti diventano materia prima

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Ricordate Daisy, il robot di Apple annunciato nella primavera di due anni fa capace di smontare e riciclare 200 iPhone ogni ora? Ebbene, l'azienda di Cupertino intende affidarsi sempre più a questa soluzione con un intento ben preciso: dipendere sempre meno dall'estrazione di nuovi minerali dalle miniere.

É stato soprattutto l'avvento delle auto elettriche ad aver accelerato il problema, con sempre più produttori intenti a raccogliere metalli preziosi (litio su tutti per le batterie) con ovvie conseguenze di sfruttamento eccessivo dei territori coinvolti e il rischio di forti disequilibri dal punto di vista sociale, economico ed ambientale.

Per questo motivo Apple intende rivolgersi sempre più a Daisy per separare i materiali di cui è composto l'iPhone e riutilizzarli in nuovi processi produttivi. In economia si parla di "circuito chiuso", ovvero di un sistema che non necessita di input dall'esterno visto che il rifiuto dell'ultima fase del ciclo di vita del prodotto diventa input (materia prima) per un nuovo prodotto. Entropia e leggi della termodinamica impediscono tuttavia il re-impiego totale, ma il recupero di gran parte delle materie prime da oggetti destinati a trasformarsi in rifiuto non può che essere considerato un beneficio sia per Apple (economico) che per l'ambiente.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gamingpro a 619 euro oppure da ePrice a 726 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker