Hi-Tech

Facebook, multa dimezzata in Italia per la privacy: il TAR dà ragione a Zuckerberg

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

"Facebook batte l'Antitrust italiano ai tempi supplementari": così si sarebbe potuto titolare questo articolo, in cui – come si vedrà – si parla di come il TAR del Lazio abbia di fatto dato ragione alla società di Zuckerberg in un contenzioso che la vedeva contrapposta – appunto – all'AGCM del nostro Paese.

Bisogna tornare indietro di poco più di un anno, precisamente fino al dicembre 2018, quando Facebook era stata multata per 10 milioni di euro per questioni relative alla gestione dei dati personali degli utenti. Le violazioni riguardavano:

  • Artt. 21 e 22 del Codice del Consumo (azioni e omissioni ingannevoli)
  • Artt. 24 e 25 del Codice del Cosumo (pratiche commerciali)

Per ciascuna delle due violazioni era stata comminata una multa da 5 milioni di euro, dunque 10 in totale. In pratica, il TAR ha dimezzato la multa, decisione che può essere vista sia come "bicchiere mezzo vuoto" che "mezzo pieno" a seconda della prospettiva. Per capirlo, vediamo cosa è stato confermato e cosa, invece, no:


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker