Hi-Tech

Sonos denuncia Google per violazione brevetti su audio multi-room

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Sonos ha denunciato Google per violazione di proprietà intellettuale relativa all'audio multi-room. La società di Santa Barbara sostiene che Google ha sfruttato indebitamente cinque brevetti necessari al funzionamento della tecnologia, che è stata introdotta sul mercato proprio da Sonos.

Secondo le accuse, Google avrebbe avuto accesso alle informazioni confidenziali attraverso una partnership instaurata nel 2013 – che permetteva di integrare il servizio Play Music nell'hardware di Sonos. Per il momento Google non ha raccontato la propria versione dei fatti, e probabilmente non lo farà se non in tribunale. Vale la pena precisare che le cause depositate sono due; in entrambi i casi, Sonos esige un rimborso economico per i danni subiti e il blocco delle vendite dei dispositivi interessati. La gamma è piuttosto ampia: si parla degli smart speaker Google/Nest Home, degli smartphone Pixel e nei tablet/laptop con lo stesso brand. È incluso anche Chromecast Audio, che però è già fuori produzione.

È interessante osservare che Google non è l'unica grande azienda che Sonos ritiene in violazione dei suoi brevetti: figura anche Amazon, protagonista del mercato degli smart speaker/display (anche più di Google) con i suoi Echo. Sonos ha tuttavia ritenuto troppo rischioso aprire due contenziosi in contemporanea con aziende così imponenti. Non si può tuttavia escludere che, una volta finito con Google, Sonos non decida di rivolgere le proprie attenzioni ad Amazon.


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 517 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker