Sport

Riecco Lucchesi: “A Palermo ci hanno fregato tutti. Tuttolomondo è stato tradito”

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

lucchesi

lucchesi
Lucchesi
Lucchesi
Lucchesi

Riecco Fabrizio Lucchesi. E ne ha per tutti. L’ex direttore generale dell’US Città di Palermo dice la sua personale verità sul fallimento dei rosanero e respinge l’etichetta di principale responsabile (anche in altri casi analoghi). Si dice anche lui tradito e sostiene che un’indagine farà chiarezza su quando accaduto. E afferma anche che vanterebbe ancora soldi da Fabio Petroni, allora proprietario del Pisa oggi azionista di maggioranza del Trapani.

FELICI: É LUI IL MIGLIOR 2001 DELLA D

Nella lunghissima intervista realizzata da Tuttomercatoweb, afferma: “Sono stato tradito come tutti gli altri dipendenti insieme a Tuttolomondo da chi ha tradito lui. Se dovessero emergere cose diverse allora chiederei delle spiegazioni. Certo, ancora non mi è passata. Su quel progetto del Palermo ho lavorato tanto. Il piano industriale sono convinto che avrebbe funzionato. Pensavamo di fare i playoff, poi ci hanno dato la penalizzazione. Una volta tornati in B era comunque un mezzo successo. E poi non abbiamo completato l‘iscrizione. I rapporti con il broker li aveva direttamente Tuttolomondo. Sono contento che ci sia l’indagine, capiremo di chi sono le colpe. Mi risulta che i Tuttolomondo abbiano fatto diverse denunce. Sono curioso come tutti di conoscere la verità su questa brutta storia”.

E aggiunge: “Non mi sono mai sottratto alle mie responsabilità, quando sbaglio lo dico. Quando uno entra e fa debiti allora contribuisce a fare del male, in altri casi è colpa di chi ha fatto i debiti prima. Gli stipendi ai giocatori? Fino al giorno del fallimento abbiamo maturato tutti dei soldi da ricevere da Tuttolomondo. Io ho continuato a lavorare fino ad ottobre insieme a parte della struttura dell’U.S. Città di Palermo. Ai giocatori dico che mi dispiace. Mi dispiace, ma cinicamente dico che sono quelli che ci hanno guadagnato: i dipendenti che hanno famiglia sono a casa, loro invece hanno trovato squadra”.

Lucchesi ritiene di aver fatto un errore nel consigliare di non cambiare staff tecnico e dirigenziale: “Pensavo di poter avere un rapporto proficuo con Foschi e Daniela De Angeli, due professionisti che stimo tanto. Avrei avuto bisogno di un supporto amministrativo e sportivo. Ho detto a Tuttolomondo di andare avanti con loro. Foschi non aveva mai creduto che volessi tenerlo, Daniela De Angeli invece l’avvertivo fredda. Ma la mia stima professionale rimane”.

Sul suo “curriculum” di squadre prese a rischio fallimento replica secco: “Non è colpa mia se vengo chiamato in appoggio ad alcune situazioni. Se un imprenditore mi chiama e mi chiede aiuto per uscire da determinate situazioni non dico di no”. Poi una frecciata a Fabio Petroni, attuale socio del Trapani: “Io a Pisa ero proprietario delle quote, non me le hanno pagate e non le ho riscosse neanche oggi tre anni dopo. Una parte deve pagarmele Fabio Petroni e un’altra una società a lui riconducibile. Sono fuori di oltre un milione di euro. E il Pisa si è salvato grazie anche a me. Continuo a chiedergli i soldi e non me li da. Non sono geloso delle sue iniziative imprenditoriali. Ma vorrei ricevere ciò che mi spetta”.

LEGGI ANCHE

L’INTERVISTA A SAGRAMOLA

CASTAGNINI: “QUESTO PALERMO VALE QUASI UNA B”

LA MISSIONE DI PERGOLIZZI: “IL PALERMO DEVE VINCERE”

L’articolo Riecco Lucchesi: “A Palermo ci hanno fregato tutti. Tuttolomondo è stato tradito” proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker