Sport

Io sto con Pergolizzi. La squadra impari la lezione, la città faccia la sua parte

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

pergolizzi

pergolizzi
FOTO PEPE
pergolizzi
ricciardo-pergolizzi
santana-pergolizzi
pergolizzi-tutore

Meravigliosa Palermo. Per due mesi si discute di record (che ribadisco: in serie D non mi interessano neanche un po’), di campionato già vinto a gennaio, di necessaria campagna acquisti per la serie C e – i più ottimisti – della serie A in tre anni o di altre amenità. Poi arriva il Savoia che ci dà una lezione di calcio, tattica e fisica, e soprattutto si porta a casa i tre punti e già leggo fiumi di commenti di tifosi incerti, spaventati, critici con Pergolizzi, preoccupati di questo e di quello. Ma, ca**o, vogliamo ogni tanto essere una città normale con una tifoseria normale, con un pizzico – almeno un pizzico – di equilibrio? O soltanto bearci di qualche copertina patinata e di un egocentrismo che non trovano diritto di cittadinanza in serie D?

Qualcuno dei tanti “allenatori”, che leggo nei commenti al sito o sui social, si è mai chiesto come mai il grande Savoia ha dieci punti in meno del Palermo nonostante abbia vinto al Barbera? Questa super squadra avrà avuto pure qualche problema, visto che ha pareggiato cinque partite e una l’ha pure persa? C’è qualcuno dei tanti competenti di calcio che non avrebbe messo la firma – appena due mesi fa – per essere primo in classifica con un solo punto di vantaggio? Bene, i punti sono 9 e il Savoia – oggettivamente la squadra più forte vista finora – è a 10.

Dopodiché sarebbe cosa gradita commentare dopo aver visto la partita con un minimo di attenzione. Tutte le croci sono state addossate sulle spalle di Rosario Pergolizzi che – per quanto mi riguarda – meriterebbe una statua per quello che è riuscito a fare in meno di tre mesi plasmando dal nulla una squadra che ha già fatto il vuoto. Difendere Pergolizzi – chiariamolo subito – non è un dogma di fede: anche lui, a mio avviso, ha qualche responsabilità nella sconfitta con il Savoia, soprattutto quella di aver giocato con tre attaccanti anziché rinforzare il centrocampo con un po’ di muscoli in più.

Detto questo, è colpa sua se Felici non aveva voglia di sacrificarsi e Ficarrotta ha voluto fare il fenomeno giocando più per se stesso che per la squadra? È colpa sua se un nazionale under 20 (Doda) e un centrale d’esperienza (Lancini) si sono fatti sorprendere come polli su un lancio di 50 metri? C’erano forse Messi e Ronaldo in panchina e non sono entrati? Fosse finita 0 a 0, come sembrava probabile, parleremmo adesso di un piccolo passo falso e di un Savoia a meno 13, a distanza di sicurezza, e di un punto di vantaggio in più sulle seconde.

Facciamoli i nomi e i cognomi, non fermiamoci ai luoghi comuni. Anche perchè questa squadra merita finora solo applausi, i giocatori – compresi i quattro giocatori che ho appena citato – hanno meritato pagelle lusinghiere e se capita una giornata storta pazienza, succede in serie A può succedere in serie D. Basta una sconfitta per fare esplodere la “bolla” di euforia e rimettere tutto in discussione? Il pubblico presente, a fine partita, ha applaudito, è vero, ma le mie “antenne” hanno captato segnali di preoccupazione che mi sembrano fuori luogo (e spero di sbagliarmi). Mi sembra assurdo che si guardi alla partita di Palmi come un test di vitale importanza quando hai nove punti di vantaggio sulle seconde.

Sto con Pergolizzi perchè da undici settimane – da professionista e da palermitano – si sbraccia e si affanna per far capire che la serie D non è una passeggiata, che vincere non è mai facile neanche in quarta serie e che ci vuol concentrazione e sacrificio in ogni gara. La squadra impari la lezione ma la tifoseria (e la città) non stia solo a guardare. Da questo inferno, che non ha nulla di “patinato” e nel quale non ti regala niente nessuno, sarebbe opportuno uscirsene prima possibile. Con umiltà.

LEGGI ANCHE

PALMESE – PALERMO: LA TRASFERTA SARÀ LIBERA

L’ANALISI DI VITOGOL DOPO PALERMO – SAVOIA

LE PAROLE DI TONY DI PIAZZA

SICIGNANO ENTRA NELLO STAFF TECNICO DELL’EMPOLI

L’articolo Io sto con Pergolizzi. La squadra impari la lezione, la città faccia la sua parte proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker