Hi-Tech

Disney+ non sarà troppo fiscale nella lotta alla condivisione degli account

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Disney+ non sarà troppo severa, almeno in queste fasi iniziali, nel contrastare il fenomeno del cosiddetto password sharing – la pratica di condividere un account tra più persone, di solito famigliari e amici ma non solo, risparmiando quindi notevolmente sul costo dell'abbonamento mensile. La conferma arriva direttamente dal capo dell'intera divisione streaming, Michael Paull.

Paull dice che la dirigenza ci ha pensato molto, che spera che i consumatori si rendano conto del valore dell'offerta e che il fenomeno non dilaghi troppo. Si conferma comunque la presenza di sistemi automatizzati per rilevare l'abuso, come il registro dei dispositivi usati per collegarsi e non solo. In aggiunta, anche senza richiedere l'accesso alla posizione precisa dell'utente, non è difficile ottenerne una approssimativa. Il messaggio che passa è che comunque non si intende essere troppo fiscali sul loro utilizzo.

Paull sa che il fenomeno della condivisione degli account non sarà mai debellato fino in fondo: è una realtà del settore che si è consolidata in questi anni di permissivismo da parte dei pionieri – Netflix, soprattutto. C'è addirittura chi argomenta che sia stato una causa determinante a incrementare così tanto la sua popolarità. È vero che Disney+ ha politiche di prezzo già ben più permissive rispetto a Netflix: il costo è di 6,99 dollari/euro al mese, con supporto a 4K/HDR, visualizzazione offline, fino a 4 dispositivi in contemporanea e 7 profili per account. Per contro, il suo catalogo è molto più ristretto, anche se ci sono molti contenuti, come Marvel, Star Wars, Pixar, National Geographic e i Classici Disney, ad altissimo profilo.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker