Hi-Tech

Google per i disabili: le funzioni che rendono lo smartphone più inclusivo

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Prendete il vostro smartphone, sbloccatelo, aprite Google Maps, cliccate sulla barra di ricerca, inserite l'indirizzo di casa del vostro migliore amico e avviate la navigazione. Semplice no? Ok, ora provate a rifare tutto questo ad occhi chiusi e ditemi fin dove siete arrivati; io non sono riuscito nemmeno ad inserire il PIN per lo sblocco. Ora riaprite gli occhi, lanciate l'app di YouTube e prendete la nostra ultima recensione, a questo punto tappatevi le orecchie e provate a capire cosa stiamo dicendo. Anche voi non vi eravate mai resi realmente conto di quanto possa essere difficile leggere il labiale?

No, non sono impazzito e non voglio fare la morale a nessuno ma partecipare ad un evento Google centrato sull'accessibilità mi ha fatto riflettere su un aspetto della disabilità che non avevo mai esplorato. Parlo del fatto di dare per scontato che tutti possano accedere a servizi e compiere azioni che sono recentemente diventate di uso comune e che effettivamente ci semplificano la vita, come ad esempio usare il nostro smartphone. Ci si trova infatti spesso a notare problemi come la mancanza di una rampa per disabili o il fatto che una porta sia troppo stretta per poterci passare con la carrozzina, ma quasi mai pensiamo alle difficoltà che può incontrare una persona con disabilità quando si trova davanti ad uno smartphone o a un oggetto che solo di recente è entrato nelle nostre routine. Viene quasi automatico pensare che semplicemente non siano strumenti adatti a loro e che la soluzione è non acquistarli proprio.

Per fortuna non è così, e chi sviluppa il software a bordo dei nostri smartphone, Google ma non solo, lavora in continuazione anche per rendere più accessibili queste nuove tecnologie a chi, purtroppo, non può utilizzarle con la stessa naturalezza con cui lo facciamo noi. A Mountain View e nelle diversi sedi dell'azienda in giro per il mondo ci sono team specializzati che studiano nuove soluzioni per rendere la tecnologia sempre più inclusiva e i risultati, permettetemi di dirlo, si vedono. C'è ancora indubbiamente tanto lavoro da fare ma, grazie a questi ingegneri del software, a ogni aggiornamento sempre più persone possono avere accesso alla maggior parte delle funzioni dello smartphone.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker