Hi-Tech

Facebook: 100 sviluppatori avevano accesso a dati personali da API disattivata

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Facebook ha avvisato che circa un centinaio di sviluppatori avevano ancora accesso all'API Groups, che la società aveva disattivato nella primavera dello scorso anno – pochi giorni dopo lo scoppio del colossale scandalo Cambridge Analytica (in QUESTO nostro articolo trovate tutti i dettagli). Facebook non ha prove per dire che siano stati commessi degli abusi, ma sa che almeno 11 sviluppatori hanno consultato i dati negli ultimi 60 giorni.

La società si è messa in contatto con tutti i partner interessati e ha chiesto loro di cancellare eventuali informazioni raccolte, con l'assicurazione che saranno svolte delle verifiche per assicurarsi che ciò sia avvenuto; inoltre ha detto di aver tolto l'accesso ai dati – speriamo questa volta in modo definitivo.

Groups è un'API che permette (permetteva, in effetti) alle app terze di accedere ad alcune serie di dati (nome, numero di utenti, contenuto dei post) di un Gruppo, previa autorizzazione degli amministratori di tali Gruppi. Se un utente semplice del Gruppo acconsentiva, le app potevano anche raccogliere informazioni personali (nome, foto del profilo, attività nel Gruppo…). I 100 sviluppatori avevano ancora accesso proprio a questi ultimi dati.


Battery Phone a meno di 150€? Xiaomi Mi A2 Lite è in offerta oggi su a 125 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker