Sport

Palermo – Corigliano 6 – 0, LE PAGELLE: Martin super, Ricciardo e Ficarrotta che gol

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

FOTO PEPE

FOTO PEPE
FOTO PEPE
FOTO PEPE
FOTO PEPE
FOTO PEPE

Bastano pochi minuti per risolvere la partita e per capire che il Corigliano non potrà costituire un ostacolo attendibile, ci sono almeno due categorie di differenza e il risultato finale ne è la plastica dimostrazione. Una gara che serve solo alla statistica – decima vittoria su 10 gare, prima gara con 5 reti segnate – e conferma che questa squadra ha davvero una o due marce in più. E la classifica migliora ancora.

PALERMO (4-3-3): Pelagotti 7 (dal 38′ s.t. Fallani s.v.); Doda 6, Lancini 6 (dal 21′ s.t. Accardi s.v.), Crivello 6, Vaccaro 6,5; Kraja 6,5, Martin 8, Martinelli 7,5 (dal 31′ s.t. Mauri s.v.); Ficarrotta 7,5 (dal 31′ s.t. Lucera s.v.), Ricciardo 7 ,5 (dal 23′ s.t. Sforzini 6,5), Felici 6.

CORIGLIANO CALABRO (4-4-1-): D’Aquino 5,5; Infusino 5 (dal 38′ s.t. Braglia s.v.), Strumbo 5, De Carlo 5, Capuozzo 5 (dal 15′ s.t. Mazzocchi s.v.); Proto 5,5 (dal 1′ s.t. Balsamà 5,5), Nicodemo 5,5 (dal 1′ s.t. Schena 5), Cosenza 5, Cito 5; Catalano 6,5 Talamo 5.

LA CRONACA DEL MATCH

Pelagotti 7: Nel primo tempo potrebbe tranquillamente giocare con il telefonino. Nella ripresa è attentissimo a salvare su un errore di Doda ma poi compie un autentico miracolo togliendo dall’incrocio dei pali una conclusione meravigliosa di Catalano. Portiere di lusso.

(dal 38′ s.t. Fallani) s.v.: Scriverà qualcosa di bello nel suo diario personale.

Doda 6: Il suo attimo fuggente è al decimo della ripresa: prima spreca un gol su una bella opportunità ma sul prosieguo dell’azione conquista il rigore del 3 a 0 che chiude la gara. Prima e dopo una partita tranquillissima, che lui provvede a complicarsi con un controllo imperfetto di petto che Pelagotti è bravo a disinnescare.

Lancini 6: Un’occhiata ogni tanto a Talamo è più che sufficiente per azzerare i rischi. E siccome ci sono pochi calci piazzati non deve neanche fare fatica a spingersi in avanti. Esce per infortunio, speriamo che non sia nulla di grave.

(dal 21′ s.t. Accardi) s.v.: Bentornato in campo

Crivello 6: Può essere giudicato per come aiuta la squadra nella costruzione del gioco: non ha sbavature ma l’indice di difficoltà della gara è molto basso.

Vaccaro 6,5: Domenica di vacanza, la pericolosità degli avversari è prossima allo zero, deve solo decidere se e quando superare la metà campo per aiutare i compagni. Bello il cross che manda Martinelli in gol.

Kraja 6,5: Conferma di vedere sempre la porta avversaria, è un centrocampista d’attacco di tecnica superiore per la categoria. Se crescerà anche fisicamente potrà diventare un punto di riferimento per la serie C.

Martin 8: Il suo primo gol in rosanero, con un tiro potente da fuori area, è salutato con un’autentica ovazione dal pubblico che non aspettava altro per poter dimostrare l’affetto che già si p cementato con questo centrocampista con i piedi di altra categoria. Una prestazione sontuosa, quella di Martin, che ha sempre il merito di verticalizzare il gioco.

Martinelli 7,5: Se fosse politica, lo definiremmo leader del centrosinistra. Una forza della natura, tutto quello che passa dalle sue parti viene calamitato dalle sue gambe. Se poi sbagna anche la giornata con il suo primo gol rosa, di testa, si capisce che la giornata è da incorniciare.

(dal 31′ s.t. Mauri) s.v.: Un assist per il 6 a 0 ma non ci sono le condizioni per dargli un voto.

Ficarrotta 7,5: Segna un gol di rara bellezza, mirando e centrando l’incrocio dei pali da fuori area: il tiro è+ morbido ma troppo preciso per essere parato. Già prima del gol aveva dimostrato di essere on fire, con due spunti sulla destra che avevano già creato problemi al Corigliano. Sempre minaccioso sia come conclusioni in porta (sfiora altri due gol) che come uomo assist. Contribuisce a sgretolare il Corigliano.

(dal 1′ s.t. Lucera) s.v.:

Ricciardo 7,5: Presente in tutte le azioni d’attacco. All’inizio è molto falloso, sbaglia un gol di piede che sembrerebbe facile e non sempre le sue sponde sono precise. Ma poi nel taccuino segniamo nell’ordine: un intelligente assist per il 2 a 0, indirizza due colpi di testa all’angolino che hanno fatto gridare al gol, trasforma il rigore del 3 a 0, meriterebbe un altro rigore e segna da terra il gol del 4 – 0, il suo ottavo gol stagionale. Può bastare?

(dal 23′ s.t. Sforzini) 6,5: In gol nell’unica occasione: un gol non difficile ma lui c’è e c’è anche il figlio il tribuna al quale Sforzini manda baci commossi.

Felici 6: Inizia la gara sul settore di sinistra, lasciando la ribalta a Ficarrotta sull’altra sponda. Poi cresce in intensità ma non riesce a partecipare al festival del gol, vittima del suo stesso egoismo.

LEGGI ANCHE

LA CRONACA DEL MATCH

SERIE D, GIRONE I: I RISULTATI DELLA 10a GIORNATA

“PALERMO, AZIONARIATO POCO… POPOLARE”

L’articolo Palermo – Corigliano 6 – 0, LE PAGELLE: Martin super, Ricciardo e Ficarrotta che gol proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker