Hi-Tech

Google a caccia di dissidenti interni spiando i PC, i dipendenti si ribellano

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Il braccio di ferro tra Google e i suoi dipendenti continua, e questa volta la società di Mountain View è accusata di aver realizzato un nuovo strumento con il quale spiare i lavoratori, al fine di intercettare eventuali riunioni organizzate da dissidenti. L'accusa è molto grave ed è emersa attraverso un memo interno ottenuto da Bloomberg. Andiamo con ordine.

Lo strumento in questione è un'estensione di Chrome che viene integrata – senza possibilità di essere rimossa – su tutti i dispositivi aziendali dati in dotazione ai dipendenti. Questa rileva ogni qualvolta una persona organizzi un evento su Calendar e invii l'invito a 100 o più colleghi, segnalando l'azione all'azienda.

L'esistenza di questo tool è emersa lo scorso settembre, all'inizio del mese di ottobre i dipendenti Google hanno cominciato a discutere della questione e successivamente alcuni di questi si sono ritrovati impossibilitati all'accedere ai documenti relativi al progetto, aumentando il malcontento nei confronti di quello che viene considerato come uno strumento di controllo.


Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 518 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker