Hi-Tech

Dipendenza da smartphone, in Corea del Sud i primi centri di disintossicazione

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Esattamente come avviene già per droga e alcool, la dipendenza da smartphone è un problema grave e per affrontarlo seriamente sono nati in Corea del Sud dei centri di disintossicazione che tengono i più giovani lontani dagli schermi. I rischi di degenerazione sono più che reali, secondo il ministero di Scienza e Informazione e Comunicazione Tecnologica – si, hanno un simile dicastero – il 30% dei giovani sudcoreani tra i 10 e i 19 anni sono stati considerati lo scorso anno come "eccessivamente dipendenti" da smartphone.

Un campanello di allarme importante in una società ipertecnologica che fonda anche parte del suo business nel mobile, ormai permeato in tutte le fasce d'età e con tassi di adozione mai visti: in Corea del Sud più del 98% dei teenager possiede uno smartphone. Gli eccessi creano numerosi problemi legati alla vita sociale di questi giovani, perdita di autocontrollo, deficit d'attenzione, depressione e mancanza di sonno.

Yoo Chae-rin è una sedicenne che ha condiviso la sua storia dopo aver affrontato un percorso di riabilitazione: erano le 4 del mattino quando si rese conto di esser stata con lo smartphone per 13 ore e della gravità del suo problema, quindi ha accettato l'aiuto in uno di dei centri governativi dove affrontano questa dipendenza. Si tratta di un programma governativo avviato nel 2007, inizialmente focalizzato sulla dipendenza da internet, nel 2015 esteso a chi abusa degli smartphone.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker