Hi-Tech

Google Foto e iPhone: facciamo chiarezza sul backup illimitato a qualità originale

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

In queste ore sta circolando in Rete la notizia secondo cui Google Foto offre archiviazione illimitata a qualità originale agli utenti iPhone mentre, ironicamente, l'ha rimossa sui nuovi Google Pixel 4 e 4 XL, nonostante sia sempre stato uno dei vantaggi di comprare un Pixel. È tecnicamente vero, ma detta in questo modo è fuorviante: bisogna fare alcune precisazioni importanti e capire come funziona Google Foto. Per farla estremamente breve, è tutta una questione di formato dei file, non è un'esclusiva di iPhone, e Google pecca un po' di chiarezza.

JPG E HEIC

Da quando è uscito iOS 11, gli iDevice salvano per default le foto nel formato HEIF (High Efficiency Image Format), che ha un algoritmo di compressione molto più efficiente, appunto, del vecchio JPG. Ciò significa che, a parità di qualità, le dimensioni del file immagine sono notevolmente inferiori. Google Foto supporta questo formato, nel senso che lo visualizza e lo gestisce, ma quello principale rimane il JPG, che è ancora il più diffuso.

Google Foto comprime le immagini per risparmiare spazio. In genere le foto vengono caricate in JPG, e quando si sceglie l'opzione "alta qualità" il servizio ne riduce un pochino la qualità (ed eventualmente la risoluzione, in caso di foto superiori a 16 MP) per ottenere un file più piccolo. Un file HEIC, però, è già a priori più leggero del JPG, anche quello compresso da Google; quindi il servizio lo lascia così com'è.


Il top gamma con il miglior rapporto qualità/prezzo? Asus ZenFone 6, in offerta oggi da Monclick a 498 euro oppure da Unieuro a 559 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker