Hi-Tech

Google Play Store vi ricorderà che installare app da altre fonti è poco sicuro

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Se utilizzate una versione di Android certificata da Google, il vostro smartphone o tablet sfrutta come fonte principale per l'installazione delle applicazioni il Play Store ovvero il negozio virtuale dell'azienda. Un teardown dell'apk dello store mostra come l'azienda di Mountain View si prepari a ricordare agli utenti che installare app da fonti terze potrebbe risultare pericoloso. In lavorazione anche una modalità incognito per il Play Store.

PROMEMORIA DI SICUREZZA

Android permette di installare agevolmente app provenienti da fonti diverse dallo store ufficiale mediante sideloading, basta scaricare e installare un file APK. In tal modo è possibile bypassare totalmente il Play Store e reperire ciò di cui si ha bisogno da fonte terze. Esistono persino interi negozi di app open source come F-Droid e store alternativi, come quello che Huawei è costretta ad utilizzare sul suo Mate 30 Pro (Anteprima) o quello di Amazon dedicato ai dispositivi Fire.

Sino ad Android 8.0 Oreo l'installazione da "origini sconosciute" si poteva attivare intervenendo su un'unica voce del menu impostazioni. Da Oreo in poi il permesso per l'installazione di un APK non proveniente dal Play Store deve essere accordato singolarmente a ciascuna app che tenta di concludere tale operazione. Ad esempio, per installare Fortnite (che non è distribuito tramite il Play Store) bisogna scaricare l'installer di Fortnite tramite Chrome, e accordare al browser questo permesso specifico.


Il miglior display sul mercato e un design fantastico? OnePlus 7 Pro è in offerta oggi su a 554 euro oppure da Amazon a 759 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker