Hi-Tech

Microsoft: internet veloce a 40mln di persone in aree disagiate entro il 2022

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Digital divide: Treccani lo definisce come la "consapevolezza globale di una problematica di accesso ai mezzi di informazione e comunicazione da parte di determinate aree geografiche o fasce di popolazione", Wikipedia parla di "divario esistente tra chi ha accesso effettivo alle tecnologie dell'informazione (in particolare personal computer e Internet) e chi ne è escluso, in modo parziale o totale". Cambia il modo in cui lo si descrive, non cambia invece il contenuto.

Uno studio dello scorso anno pubblicato da The Guardian aveva evidenziato un rallentamento nel processo di diffusione della rete a livello globale, specie nei Paesi in Via di Sviluppo: la disparità tra nord e sud del mondo si manifesta anche in questo ambito, considerando ad esempio che nel 2018 più di 98 islandesi su 100 hanno avuto accesso a internet contro i 99 eritrei su 100 che non hanno avuto questa possibilità. Metà mondo è connesso – e questo è un bene – ma ciò significa che l'altra metà non lo è. Non solo: appena il 14,1% della popolazione mondiale può collegarsi a internet dalle proprie abitazioni.

IL PROGETTO DI MICROSOFT

In tale contesto si configura l'impegno di Microsoft, che alla Devex Conference on International Finance tenutasi ieri lancia la sfida per gli anni futuri: far accedere alla banda larga 40 milioni di persone che vivono in aree periferiche del pianeta entro il 2022, a partire dall'America Latina e dall'Africa Sub-Sahariana.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 419 euro oppure da Amazon a 475 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker