Sport

Palermo da Cinico Tv e “Pergo” libera la panchina. Le pagelle ironiche di A&F

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

pergolizzi-tutore

pergolizzi-tutore
FOTO PEPE / PUGLIA
sforzini
FOTO PEPE / PUGLIA
FOTO PEPE / PUGLIA
FOTO PEPE / PUGLIA

L’emozione per il campionato e la tensione per il match sono tali che per tutta la settimana abbiamo discusso se l’avversario fosse la Civitanovese o la Cittanovese. Ci accomodiamo quindi sui seggiolini tesi e tremebondi e soprattutto confusi, dopo avere scoperto che non avevamo capito nulla e sopratutto che continuiamo a non avere idea di dove si trovi, con buona pace dei nostri ex docenti di geografia. Pergolizzi, come promesso, si presenta con le stampelle e noi tiriamo un sospiro di sollievo a pensare che Rizzo Pinna non sia in panchina, perché dalle parole del tecnico tenevamo un trattamento simile a quello di Delio Rossi per Ljajic ma a mano armata.

Neanche il tempo di sedersi a riflettere sulle minchiate che dobbiamo sparare per portare a casa la pagnotta (che il megadirettore non ci fornisce da tempo immemore perché tiene alla nostra linea) e il Palermo segna con un gol di Ricciardo su una mezza “fagiolada” in difesa dopo la bella discesa di Felici. Non succede quasi nulla perché il Palermo è troppo forte e ci svegliamo al suono degli aggiornamenti sulle altre partite della serie D che è una piacevole novità. Ma poi ci riaddormentiamo.

La partita è così intensa che pensano di fare partire gli spot sui tabelloni anche durante la partita per evitare che la gente si addormenti e abbia qualcosa da seguire. A dieci minuti dalla fine del primo tempo segna anche Lancini sulla seconda fagiolata in area avversaria. Non sappiamo se abbia segnato di testa o di scroto ma siamo felici così. Il pensiero di arrivare al 90’ ci atterrisce e quindi qualcuno propone di portare le carte da scopa la prossima settimana .

A pochi minuti dalla fine del primo tempo l’arbitro pensa bene di andare contro una regola che ci accompagna sin dall’infanzia: “rigore su gol è gol” e quindi annulla un gol già fatto e assegna un rigore che Ricciardo realizza cercando di spaccare la traversa. Quando ormai già qualcuno sugli spalti pensa di andare a casa prima per recuperare un’ora di sonno, segna anche la Cittanovese, dopo una serie di lisci in area. Il primo tempo finisce con quattro gol: calcio spettacolo!

Nell’intervallo ci accorgiamo che il numero di cartelloni pubblicitari è decuplicato e ci sono anche un paio di negozi di prossimità e almeno 4 ambulanti che ormai sono sponsor fissi: l’economia cittadina è tutta con la squadra! Del secondo tempo non avremmo nulla da dire perché non si è visto quasi niente, ma l’ingresso di Sforzini, con gol dopo due secondi su assist di Felici, merita di essere almeno menzionato, anche per farvi capire che non ci eravamo addormentati del tutto.

Sei partite e sei vittorie. Il Palermo è uno schiacciasassi ma l’Acireale ancora non molla e segna quasi al 96’. Insomma pare ci dobbiamo ancora interessare alle prossime partite e non possiamo già pensare al panettone! Forza Palermo!

Pelagotti 6: Non pensiamo abbia fatto una parata ma prende un gol, senza colpa, e viene salvato dalla traversa. Inoperoso.

Doda 6: Ancora abbiamo qualche difficoltà nelle identificazioni ma ci pare che abbia qualche colpa sul gol dei calabresi, compensata da buone proposizioni offensive. Pieno a metà.

Lancini 7: È vero che sbaglia sul cross di Paviglianiti, ma siccome era il nostro personaggio preferito di “Cinico TV” a noi non interessa e lo premiamo anche per questo, oltre che per il gol del 2 – 0. TV alternativa.

Crivello 7: Non sbaglia nulla, anche per compiacere sua nonna in tribuna seduta vicino a noi. Bravo nipote.

Accardi 6,5: Sopporta la maschera sul naso per due minuti e poi si butta senza più paura. Batman mancato.

Kraja 7: Si conferma un punto fermo anche grazie ad una potenza fisica straripante. Forzuto.

(dal 29′ s.t. Langella) s.v.:

Martin 6: La partita si mette subito bene e capisce che non c’è bisogno di fare gli straordinari. Risparmioso.

Martinelli 6: Nulla da segnalare né nel bene né in negativo. Onesto.

(dal 43′ s.t. Ficarrotta) s.v.:

Ambro 6,5: Tanto movimento, soprattutto in fase di spinta, ma anche quando c’è da coprire non demerita. Efficace.

(dal 39′ s.t. Vaccaro) s.v.:

Felici 8: Due assist per il primo è l’ultimo gol, ma soprattutto ci esalta per come è indemoniato ogni volta che la palla arriva dalle sue parti, superando gli avversari grazie ad uno sprint da centometrista. Fuoriclasse.

(dal 47′ s.t. Ferrante) s.v.:

Ricciardo 8: Un’altra doppietta e soprattutto l’ennesima prestazione senza risparmiarsi. Comincia a fare breccia nel cuore di tanti tifosi come i centravanti dei tempi belli. Spaccaporta.

(dal 32′ s.t. Sforzini 7): Entra e dopo 28 secondi segna. Che dire di più! Quickie.

Pergolizzi 8: Sesta vittoria di fila e stavolta “esagera” pure con le sostituzioni usando e tutte e cinque, forse per distendere meglio in panchina la gamba infortunata. Azzoppato.

LEGGI ANCHE

PALERMO – CITTANOVESE, GLI HIGHLIGHTS

PERGOLIZZI: “TUTTO MERITO DEI RAGAZZI”

RISULTATI E CLASSIFICA DELLA SERIE D

SFORZINI IN LACRIME, LA DEDICA AL FIGLIO

L’articolo Palermo da Cinico Tv e “Pergo” libera la panchina. Le pagelle ironiche di A&F proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker