Hi-Tech

Apple Watch e salute, un binomio nato quasi per caso

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Indossabili e salute, un binomio diventato ormai indissolubile in questi ultimi tempi, in cui anche la smartband più economica è in grado di fornire all'utente indicazioni basilari su alcuni parametri vitali, battito cardiaco su tutti. Da diverso tempo anche Apple ha concentrato i suoi sforzi sull'implementazione di soluzioni – hardware e non – atte a monitorare lo stato di salute delle persone: basta un Apple Watch al polso, e il gioco è fatto.

Dalla prima generazione fino all'ultima presentata pochi giorni or sono, lo smartwatch di Cupertino ha sempre integrato strumenti e funzioni per la salute, tra cui la possibilità di tracciare un elettrocardiogramma mediante l'app ECG che registra battito e ritmo cardiaco dell'utente che indossa l'orologio. Del resto, da tempo il CEO Tim Cook ribadisce come Apple non sarà ricordata tanto per la tecnologia, quanto per il contributo che avrà dato alla salute delle persone. Da qui l'intenzione di collaborare con numerosi centri di ricerca, specie negli Stati Uniti. Su questi argomenti si è incentrata l'intervista rilasciata all'Independent da Jeff Williams, Chief Operating Officer di Apple, e Sumbul Desai, VP of Health.

APPLE HEART STUDY

E', questo, il nome della ricerca condotta da Apple in collaborazione con l'Università di Stanford: si tratta di un grande lavoro in cui è stata studiata in particolare la fibrillazione atriale. I risultati sono serviti per sviluppare soluzioni atte a rilevare i ritmi irregolari del cuore, così come oggi avviene sugli Apple Watch. Altre ricerche verranno proposte nel corso dell'anno a coloro che desidereranno partecipare all'implementazione di inedite funzionalità: si tratta nello specifico di Apple Women's Health Study, Apple Heart and Movement Study e Apple Hearing Study.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker