Sport

Palermo, quanto è lungo un anno? Da Tedino a Pergolizzi: un’odissea

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: SPORT

palermo-ritiro-petralia

pagelle ironiche amenta e ferrara palermo cremonese 2 a 2
Stellone
Zamparini
richardson-lee-holdsworth
Emanuele Facile Palermo
Foschi De Angeli
Arkus Network Palermo
tuttolomondo-salvatore
petralia-campo-allenamento
palermo-ritiro-petralia
pergolizzi
curva-nord-palermo-marina-di-ragusa

Quanto è lungo un anno calcistico a Palermo? Dura un anno o un secolo? Vi chiederete il perchè di questa domanda e vi rispondo subito. 25 settembre 2018, un anno fa: il Palermo perde a Brescia in serie B nel turno infrasettimanale della quinta giornata dopo aver ottenuto due vittorie di fila a Foggia e col Perugia; Bruno Tedino, in bilico per definizione, viene esonerato il giorno dopo e sostituito da Roberto Stellone che replica la staffetta di qualche mese prima.

Vi rendete conto di quello che è successo nel frattempo? Il Brescia adesso è in serie A; il Palermo (quello nuovo) in serie D; il Palermo (quello vecchio) è sull’orlo del fallimento; Maurizio Zamparini che a quel tempo pur non essendo formalmente presidente (era la De Angeli) guidava la società nel pieno delle sua facoltà (beh, più o meno), ha venduto, si è visto assegnare gli arresti domiciliari, è tornato libero e (probabilmente) incavolato per un finale di storia che non ha potuto governare in modo adeguato.

Volete fare anche il conto delle cessioni societarie e dei fugaci presidenti? E qui ci vuole il quadernetto per ricordare tutto. Vi ricordate gli allampanati inglesi? La Sport Capital Group? La matrioska delle società? Clive Richardson? Emanuele Facile? Lo “scippo” delle azioni? Il ritorno in tandem di Rino Foschi (stavolta il presidente è lui) e Daniela De Angeli? Arkus e Lucchesi? E la Tuttolomondo family?

E la squadra? Non ci sono più tracce (Accardi non possiamo considerarlo), tutti sparpagliati in giro per il mondo, qualcuno perfino in serie A (e Jajalo, ad esempio, lo meritava). Gli allenatori? Tedino galleggia a Teramo in serie C, Stellone è a casa in attesa di tempi migliori. Vi risparmio il numero di processi fatti, ancora da fare o in corso tra Palermo e Caltanissetta. E poi tutto il nuovo capitolo: bando, iscrizione, ritiro a Petralia, la ricostruzione della squadra: tutta roba che risale a nemmeno due mesi fa. E siccome il calcio è sentimento, ognuno di voi ripercorra intimamente – ricordando tutto ciò – il proprio percorso emotivo fatto di rabbia, soprattutto, illusioni inventate e spezzate, delusioni, acredine, speranza, comunque amore: anche se non corrisposto.

Siccome il calcio è fatto di cicli, qualcuno di noi magari rivedrà il Palermo in serie A e rivivrà le emozioni perdute e se questo avverrà presto – tutti si augurano di non aspettare altri 32 anni – magari si ricorderà di affollare lo stadio anche per l’Europa League, di non maledire un misero 0 a 0 contro l’Atalanta e di sorridere di quella volta che con l’entusiasmo dei bambini in gita scolastica andammo a espugnare il campo del Marsala. Però, ditemi voi, quanto è lungo un anno a Palermo?

LEGGI ANCHE

PALERMO, L’ENTUSIASMO “REGGE”: I NUMERI ALLO STADIO

FC MESSINA, ARENA: “COL PALERMO VINCIAMO NOI 3-1”

GDS – PRENDE FORMA IL PALERMO DI PERGOLIZZI

PALERMO, DIFFDA DEI TIFOSI CONTRO ELEVEN SPORTS

L’articolo Palermo, quanto è lungo un anno? Da Tedino a Pergolizzi: un’odissea proviene da Stadionews24.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker