Hi-Tech

Huawei, OnePlus e altri: miglior autonomia in Cina grazie a notifiche Push unificate

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Gli smartphone Android per il mercato cinese si preparano a incrementare la loro autonomia, grazie all'introduzione di un sistema di notifiche push unificato. Nel resto del mondo, Android usa le infrastrutture di Google, che però in Cina per questioni di censura non sono disponibili. I produttori hanno così dovuto sviluppare un proprio sistema di invio delle notifiche. Questa situazione così frastagliata è in primis una seccatura (e un costo) per gli sviluppatori, che devono assicurarsi che le loro app siano compatibili con tutti i servizi, e poi può portare a problemi di prestazioni, efficienza e consumo dati.

Già un paio di anni fa, il governo cinese aveva fondato la Android Unified Push Alliance, con l'obiettivo di sviluppare un sistema standard valido per tutti. Del consorzio fanno parte 74 aziende, tra cui Huawei, Honor, Oppo, Realme, OnePlus, Vivo, iQOO, Xiaomi e molti altri (non è chiaro se la partecipazione sia facoltativa oppure imposta dal governo). Dopo due anni di sviluppo, in ogni caso, il lavoro sembra pronto a dare i suoi frutti: stando a un annuncio del consorzio stesso, dovrebbe arrivare in tempi relativamente brevi su smartphone marchiati Huawei, Honor, Oppo, OnePlus e Realme.

Stando al comunicato ufficiale, diffuso su Weibo (link in FONTE), il nuovo standard (nome tecnico preciso: "T-UPA0002-2019 unified push interface layer specification") dovrebbe arrivare sugli smartphone Huawei grazie alla EMUI 10, su quelli Oppo con la ColorOS dalla 3.0 in poi, OnePlus la implementerà dal 5 in poi. La UPA spera di raggiungere il 93% degli smartphone entro la fine dell'anno. Le aspettative sono molto alte: il consumo di energia in standby degli smartphone potrebbe ridursi di addirittura il 30-45%.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Gaming Pro a 649 euro oppure da ePrice a 837 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker