Hi-Tech

I router e i NAS più diffusi sono pieni di vulnerabilità: 125 in 13 prodotti testati | ISE

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La battaglia per la sicurezza informatica, si sa, è infinita e difficilmente porterà mai a una vittoria assoluta. Un recente report dell'organizzazione ISE (Independent Security Evaluators) punta i riflettori sulle apparecchiature di rete destinate ai consumatori provati o alle piccole imprese – nello specifico, 13 tra NAS e router prodotti da ASUS, Buffalo, Drobo, Lenovo, Netgear, QNAP, Seagate, Synology, TerraMaster, Xiaomi, Zioncom e Zyxel.

I risultati dello studio sono poco incoraggianti. Sono state trovate nel complesso 125 diverse vulnerabilità (naturalmente distribuite tra i vari dispositivi). Le vulnerabilità hanno permesso ai ricercatori di ottenere i privilegi di accesso root su 12 prodotti, 6 dei quali senza necessità di autenticazione; e in tutti e 13 è stata trovata almeno una falla relativa a web app grazie a cui è possibile accedere via remoto alla shell o alla pagina di gestione.

ISE ha scelto i dispositivi da testare basandosi (anche) sulla loro diffusione: tutti sono stati analizzati con l'ultimo firmware stabile disponibile pubblicamente. La società ha segnalato tutte le vulnerabilità ai rispettivi produttori: la maggior parte ha detto che provvederà a correggere i bug quanto prima. Tuttavia, Buffalo, Drobo e Zioncom non hanno rilasciato dichiarazioni. Di seguito l'elenco dettagliato dei dispositivi testati:


L’unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Technopoint a 569 euro oppure da ePrice a 729 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker