Hi-Tech

Recensione Spyro Reignited Trilogy su Nintendo Switch: si poteva fare di meglio

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Spyro torna in casa Nintendo con il porting della Reignited Trilogy, uscita originariamente su PlayStation 4 e Xbox One a novembre dello scorso anno. L'arrivo del celebre draghetto viola non è certo cosa nuova per le console della casa di Kyoto; già nel 2001 avevamo assistito al debutto di Spyro: Season of Ice su Game Boy Advance, ma questa volta ci troviamo davanti ad un titolo – o meglio ad una raccolta di titoli – molto più appassionante ed attesa.

Ecco quindi sbarcare su Nintendo Switch il porting della raccolta che racchiude i tre capitoli originali usciti sulla prima PlayStation, completamente ricreati da zero per supportare l'alta definizione. Parliamo quindi di Spyro The Dragon, Spyro 2: L'Ira di Ripto e Spyro 3: L'anno del Drago.

REIGNITED TRILOGY: UN BREVE ACCENNO AI CONTENUTI

A livello di contenuti non troviamo differenze tra la versione per Switch e quanto già proposto sulle altre console quasi un anno fa. Lo scopo di questa recensione non sarà quindi quello di analizzare il gioco in sé – cosa di cui si è già discusso abbondantemente nel corso degli ultimi mesi – ma di provare a capire se il porting su Switch sia stato ben eseguito e se rappresenti una valida alternativa alle controparti PlayStation 4, Xbox One e PC, quest'ultima uscita in contemporanea con la versione Swtich.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker