Hi-Tech

Google aggiorna gli algoritmi della ricerca: sempre più peso ai contenuti originali

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

L'algoritmo di ricerca di Google ha subìto nel tempo diverse implementazioni, con lo scopo di rendere il risultato il più possibile corrispondente a ciò che interessa effettivamente all'utente. I cambiamenti apportati fino ad oggi hanno cercato di premiare la visualizzazione di quei siti che soddisfano determinati criteri – basti pensare alla presenza della versione mobile, parametro che dal 2015 ha assunto un maggior peso – ed ora vengono annunciate importanti novità per ciò che riguarda la pubblicazione delle news.

La parola chiave è "notizie originali": Google modificherà dunque il ranking sulla base di questo indicatore, andando così a premiare quei siti che pubblicano contenuti la cui redazione "richiede tempo, sforzi e risorse significative per l'editore". L'intento è così quello di "supportare questo sforzo e aiutare le persone ad accedere ai report più autorevoli". Le modifiche apportate agli algoritmi non fanno altro che permettere al motore di ricerca di riconoscere con maggiore facilità i contenuti originali, posizionarli tra i primi risultati e garantire che vengano visualizzati per più tempo. Senza dimenticare, tra l'altro, la reputazione del sito che questi contenuti riporta, altro parametro fondamentale che sempre più inciderà sul posizionamento delle notizie sul motore di ricerca.

Alla sezione 5.1 delle linee guida (link nel VIA) viene ora espressamente indicato che viene dato un giudizio di "altissima qualità" a tutte quelle notizie, contenuti artistici (video, immagini, fotografia, scrittura) e contenuti informativi "che hanno richiesto un elevato grado di tempo e sforzo, e in particolare competenza, talento e abilità".


L’unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Technopoint a 569 euro oppure da ePrice a 732 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker