Hi-Tech

Microsoft ha brevettato uno smart speaker portatile, ma forse non lo vedremo mai

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Microsoft è entrata nel settore degli smart speaker nel 2017, quando venne rilasciato Harman Kardon Invoke, il primo ad essere basato su Cortana. Da allora non abbiamo avuto notizie di altri prodotti simili e, considerato il cambio di focus attuato dalla società di Redmond – ora sempre più lontana dal mondo degli assistenti vocali – è probabile che il brevetto approvato nella giornata di oggi sia destinato a restare per sempre confinato al mondo delle idee.

Sì, perché Microsoft ha appena ottenuto l'approvazione di un brevetto dedicato ad uno smart speaker portatile (brevetti nn. D859.363 e D859.364), dotato di controlli soft touch che consentono di regolare il volume, rispondere o chiudere una chiamata e bloccare i microfoni. Come si può notare dall'immagine proposta qui sotto, si tratta di un dispositivo molto simile ad un Google Home Mini, ma a differenza di questo probabilmente non lo vedremo mai sul mercato.

Il brevetto risale al 2017, quando l'attenzione di Microsoft verso il settore era certamente più elevata. Ora, con il senno del poi dato dagli anni trascorsi, possiamo immaginare che il progetto sia stato accantonato e che questa non sia altro che la testimonianza di una delle strade che la casa di Redmond avrebbe potuto intraprendere.


L’unico vero Note? Samsung Galaxy Note 9, in offerta oggi da Amazon Marketplace a 539 euro oppure da ePrice a 722 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker