Hi-Tech

Il PC che fa il caffè resta una chimera? Consoliamoci con Spotify nell'aspirapolvere

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Chi vorrebbe mai ascoltare la propria musica preferita dall'aspirapolvere? Probabilmente nessuno, ma d'altra parte per gli smanettoni le oscure meccaniche del "perché posso" hanno un'importanza ben superiore a dettagli effimeri come utilità e praticità. Altrimenti non avremmo Windows 95 su smartwatch né giocheremmo a Doom su una stampante. L'ingegnoso hack di cui vi parliamo oggi vede come protagonisti uno Xiaomi Mi Vacuum Cleaner di prima generazione e il servizio di streaming più popolare al mondo, ovvero Spotify.

A realizzarlo è stato Eddie Zhang, che ha descritto nel dettaglio i passaggi dell'operazione sul suo blog personale (link in fondo all'articolo, voce FONTE). La difficoltà non è nemmeno troppo elevata: chiave di volta per il successo è Raspotify, un client Spotify Connect ufficioso open-source pensato per portare il servizio di streaming su Raspbian, una distro Linux basata su Debian per il Raspberry Pi. La parte più complicata è ottenere l'accesso SSH con privilegi root sul robot aspirapolvere, ma Zhang spiega per bene anche questa procedura.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker