Politica

"Ero scettico sul Pd ma mi hanno stupito", dice Luigi Di Maio

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

Il ministro degli Esteri, Luigi di Maio, ha raccontato questi primi istanti di vita del governo giallorosso all’interno degli studi di La7, ospite della prima puntata della nuova stagione di diMartedì. “Il governo deve raggiungere obiettivi importanti. Abbiamo ottenuto la fiducia del Parlamento adesso con i fatti dobbiamo ottenere la fiducia degli italiani che è quella più importante”.

Il leader del Movimento 5 Stelle si è soffermato anche su quello che il nuovo esecutivo, soprattutto sulle battaglie storiche, dovrà fare: “Nel programma ci sono i punti del Movimento 5 stelle, il salario minimo, la revoca della concessioni autostradali, l’abbassamento del cuneo fiscale”. Con la garanzia che tutto ciò venga portato avanti data dal premier, Giuseppe Conte: “Il garante di questi temi che credo si possano realizzare, è il presidente Conte indicato da noi”.

Con una particolare attenzione verso l’ambiente e la sostenibilità. “Vedo una grande opportunità di fare una rivoluzione verde ecologica per l’Italia. Già nella legge di bilancio possiamo cominciare a cambiare lo stile e migliorare la qualità della vita degli italiani. L’Italia nel 2025 deve spegnere le centrali a carbone, dobbiamo bloccare le trivellazioni nel mare, e dire basta con gli inceneritori”.

Poi confida come sta cambiando il rapporto con i democratici, nuovi alleati in Parlamento: “Ero uno dei più scettici sull’alleanza con il Pd, volevo andare al voto. Poi mi sono consultato con il Movimento, anche con Beppe Grillo, e quando mi sono seduto al tavolo mi hanno stupito positivamente. Ora senza essere di destra o di sinistra – ha aggiunto – può iniziare un nuovo percorso in questi tre anni per gli italiani”. 

Partendo dal taglio dei parlamentari: “Per me a ottobre si devono tagliare definitivamente 345 parlamentari, mancano due ore di lavoro alla Camera ed è fatta. Dobbiamo avviare la riforma della giustizia”.

Niente ripensamenti o sguardi nostalgici verso il passato. A domanda diretta, Di Maio assicura: “Tornare con la Lega? Mai dire mai nella vita ma ci ho pensato bene, ho rifiutato la carica di premier di questo Paese, non ho bisogno di pensarci ancora”.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker