Hi-Tech

VESA DisplayHDR: nuove specifiche più rigorose per monitor e display HDR

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

La Video Electronics Standards Association (VESA) ha annunciato importanti cambiamenti a DisplayHDR, un programma di test e certificazione valido per tutti i monitor e i display, avviato nel dicembre del 2017 | DisplayHDR certifica le prestazioni dei monitor per PC in HDR |. Le nuove specifiche Display HDR versione 1.1 includono requisiti più stringenti riguardanti luminanza, copertura dello spazio colore e local dimming. Tutti i produttori possono già certificare i prodotti seguendo i criteri contenuti nella nuova versione. Dalla fine di maggio 2020 non sarà invece possibile basarsi sulle specifiche della versione 1.0.

Le novità introdotte con DisplayHDR 1.1 sono le seguenti:

  • Retroilluminazione dinamica (Active dimming) – DisplayHDR impone ora precise prestazioni per il controllo attivo della retroilluminazione, una funzionalità che permette di ridurre il consumo dei display e di ottenere un livello del nero più profondo
  • Accuratezza del DisplayID – Assicura che i dati relativi alla luminanza e allo spazio colore siano contenuti nel DisplayID o nel precedente Extended Display Identification Data (EDID), in modo da consentire alla GPU di generare un segnale video che garantisca la più alta qualità possibile
  • Test dual corner box – Il test per il livello del nero è stato aggiornato in modo da consentire una misura più accurata dei livelli di nero e bianco tramite un colorimetro; in questo modo viene migliorata la misura del rapporto di contrasto dinamico
  • Nuove specifiche per il color gamut – I test di DisplayHDR contengono ora una schermata con il colore visualizzato sul 10% dello schermo in aggiunta al precedente 100%; entrambi i test utilizzano la massima luminanza del display e i valori dei colori primari RGB veicolati tramite DisplayID/EDID; il test aggiornato determina con maggiore precisione la gamma di colori che verrà visualizzata sul display durante l'esecuzione di Windows
  • Luminanza del colore combinata – DisplayHDR ha aggiunto un meccanismo per valutare il massimo volume colore al massimo livello di luminanza
  • Nuovo test Delta-ITP – Aggiunto per valutare se la luminanza del display sia visualizzata correttamente, in modo da assicurare una fedele riproduzione del contenuto originale così come voluto da chi lo ha creato; vengono misurati la luminanza e il bilanciamento del bianco D65
  • Indicazioni della modalità su On-Screen Display (OSD): Qualsiasi monitor certificato DisplayHDR con un menu su schermo deve ora indicare chiaramente quali modalità supportano DisplayHDR, in modo da facilitare l'uso delle impostazioni per gli utenti
  • Certificazione DisplayPort – Qualsiasi monitor certificato DisplayHDR e dotato di un'interfaccia DisplayPort deve anche sottostare alla certificazione DisplayPort, che assicura un funzionamento ottimale con i cavi e le altre periferiche VESA DisplayPort certificate

VESA ha inoltre introdotto un nuovo livello nella certificazione. DisplayHDR 1400 prevede una luminosità superiore del 40% rispetto a DisplayHDR 1000 e un livello del nero 2,5 volte più profondo. Nello specifico si parla di un nero pari a 0,02 cd/m2 – nits contro le 0,05 cd/m2 – nits di DisplayHDR 1000. Per il picco di luminanza si raggiungono invece le 1.400 cd/m2 – nits sul bianco al 10% dello schermo. Sul bianco al 100% dello schermo è richiesto un picco di 900 cd/m2 – nits per un prolungato periodo di tempo (30 minuti). La copertura dello spazio colore DCI-P3 deve raggiungere il 95%.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker