Hi-Tech

Apple, Foxconn accusata di aver assunto troppi part time per produrre iPhone 11

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Mentre Apple si prepara al lancio degli iPhone 11 | Apple svelerà i nuovi iPhone il 10 settembre, inviti stampa recapitati |, arriva un nuovo scandalo che riguarda la sua filiera produttiva, Foxconn nello specifico, accusata di aver un numero di lavoratori part time notevolmente superiore a quanto previsto dalle leggi cinesi.

La violazione è stata notificata questa domenica dal Chinese Labor Watch, un osservatorio con sede a New York che tiene traccia delle condizioni dei lavoratori cinesi. Le accuse sporte dal CLW nei confronti di Foxconn – quindi anche in quelli di Apple, in quanto supervisore della propria filiera produttiva – sono in realtà molto più gravi e vanno ben oltre il semplice superamento della soglia di lavoratori part time – fissata al 10% della forza lavoro totale – e riguardano temi come il mancato pagamento degli straordinari forzati, l'assenza di attrezzature da lavoro adeguate e la mancata registrazione di eventuali incidenti sul lavoro.

Secondo il CLW, oltre la metà dei lavoratori impiegati ad agosto da Foxconn nella fabbrica di Zhengzhou erano studenti part time, tuttavia Apple sostiene che gran parte delle accuse siano di fatto infondate. La risposta della casa di Cupertino è giunta attraverso un comunicato rilasciato alla CNBC, in cui viene affermato come la società abbia preso in esame le affermazioni del CLW e abbia verificato che la maggior parte di queste siano false.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker