Hi-Tech

Steam vs. UE: Valve pronta a contrastare l'accusa di geo-blocking

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Valve e altri 5 publisher sono stati accusati nel 2017 dalla Commissione Europea di aver messo in atto pratiche commerciali scorrette attraverso la pratica del geo-blocking all'interno del gruppo dei 28 Paesi appartenenti all'Unione | Geoblocking addio: da oggi in UE l'e-commerce è libero |.

Questo genere di blocco impedisce ai giocatori di potersi avvantaggiare dei prezzi inferiori applicati in alcuni mercati europei, dal momento che i codici ottenuti in questo modo risultano inutilizzabili su un account registrato in un Paese diverso da quello di acquisto. La Commissione ha messo nel mirino Valve, Bandai Namco, Capcom, Focus Home, Koch Media e ZeniMax; di questi solo Valve ha scelto di contrastare le accuse, mentre gli altri 5 publisher hanno deciso di patteggiare in cambio di una riduzione del 10% della multa.

Stando a quanto riportato dalle fonti di Reuters, sembra che Valve non intenda accettare queste accuse, in quanto ritiene di aver rimosso i blocchi regionali in Europa nel 2015 e che solo il 3% della sua libreria Steam era interessato da questa pratica. Valve ora cercherà di ottenere un'audizione a porte chiuse, in modo da spiegare le sue ragioni alla Commissione e ai rappresentati dell'Antitrust dei Paesi dell'Unione.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker