Hi-Tech

iPhone 2019: costi di produzione più bassi compenseranno i dazi USA

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Apple è riuscita fino ad ora a non risentire degli effetti delle tensioni commerciali in corso tra Cina e USA, tuttavia è probabile che non riuscirà ad evitare i dazi che dovrebbero entrare in vigore a partire da dicembre dopo la proroga concessa dall'Amministrazione americana.

Sembra però che Apple sarà comunque in grado di tamponarne l'effetto – ricordiamo che i dazi ammonteranno al 10% su tutti i prodotti di elettronica importati dalla Cina, impattando per circa l'8% sui profitti annuali – grazie alla riduzione dei costi di produzione dei suoi prodotti, in particolare quelli dei materiali di iPhone. Secondo quanto riferito da Apple Insider – che ha avuto accesso ad una nota per gli investitori di JP Morgan – sembra che la casa di Cupertino sia riuscita a ridurre i costi dei materiali di 30-50 dollari (in base al modello) per i suoi prossimi iPhone 2019 che verranno presentati a settembre.

Stando alle indiscrezioni, pare che la maggior riduzione sia da imputare al calo del prezzo delle memorie; questo, assieme ad altri risparmi lungo la filiera produttiva, permetteranno alla società di mantenere invariato il prezzo di iPhone negli Stati Uniti, il tutto senza dover subire alcuna perdita dal punto di vista dei profitti. JP Morgan, infatti, evidenzia come la riduzione dei costi andrà a beneficio di tutti gli iPhone prodotti e venduti globalmente, mentre i nuovi dazi andranno a pesare solo sui modelli venduti negli USA.


Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 419 euro oppure da ePrice a 494 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker