Politica

Le condizioni del Pd per tagliare il numero dei parlamentari

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: POLITICA

Ettore Rosato, Pd di osservanza renziana, nella scorsa legislatura capogruppo a Montecitorio e oggi vicepresidente della Camera dei deputati, non nasconde le difficoltà di un’intesa con M5s, perché “provare a fare un governo con i 5 Stelle è una grande sfida e una grande fatica per noi e per loro. Veniamo da storie diverse e da programmi divergenti in molti punti. Ma bisogna anteporre a tutto l’interesse del Paese” dice in un’intervista al Corriere della Sera nella sola versione su carta.

Di Maio e tutti i 5Stelle però antepongono l’accordo al taglio dei 345 parlamentari, il Pd – però – per ben 3 volte non ha votato la loro legge. Come si concilia questo atteggiamento con l’intesa proprio su questo primo punto dell’accordo posto dai 5Stelle, che “va fatto ora”, ripetono con insistenza? “Ora comincerà un dialogo: loro hanno presentato 10 punti, noi 5 e lavoreremo per arrivare a una sintesi” risponde Rosato.

E circa il fatto che l’ala del Partito democratico che fa capo a Zingaretti abbia posto la condizione che il taglio degli onorevoli debba accompagnarsi necessariamente ad una nuova legge elettorale, Rosato dice: “La nostra direzione ha approvato all’unanimità 5 punti sui quali andare a trattare. E Nicola Zingaretti ha dichiarato ufficialmente di avere portato proprio quelli alle consultazioni con il presidente della Repubblica”. Poi però “se si vuole cambiarli ha la possibilità di convocar e un’assemblea”. Quindi chiarisce: “Non siamo mai stati contro la diminuzione del numero dei parlamentari nell’ambito di una riforma costituzionale che renda più efficienti le istituzioni. Lavoreremo su questo con i 5 Stelle” perché “è chiaro che poi sarà necessario ridisegnare i collegi e quindi modificare la legge elettorale”.

Quanto alla corrente renziana da sempre contraria al rapporto, all’alleanza alla collaborazione con i grillini, cosa è cambiato d’improvviso, sono diventati più affidabili? L’obiettivo, risponde Rosato, adesso è “pensare a salvare l’economia nazionale e le tasche degli italiani dall’aumento dell’Iva e dalla recessione” cominciando ad “opporci all’arroganza di Salvini che punta ad occupare le istituzioni”.

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker