Hi-Tech

Samsung Galaxy Note 10 Plus 5G smantellato da iFixit. Quanta colla…

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Samsung Galaxy Note 10 Plus 5G non brilla per riparabilità nel teardown di iFixit: a causa della tanta colla, peraltro molto resistente, il nuovissimo flagship ottiene solo tre punti su dieci. L'unica consolazione è che le viti sono tutte di uguali dimensioni.

Come è ormai (purtroppo) tradizione, la prima operazione è già una delle più delicate: bisogna scollare la back cover, in vetro, per accedere a qualsiasi componente interno del dispositivo. La motherboard è posizionata in alto, il centro è occupato dalla batteria e in basso c'è una scheda secondaria con altri chip. La colla che tiene fissata la batteria alla scocca è molto tenace – e bisogna fare molta attenzione a non strappare i due cavi flex che collegano la motherboard alla daughterboard (Foto 1 qui sotto). Per riuscire a sostituire il display, uno dei componenti che si rompono più sovente (e più costosi), è necessario smantellare l'intero smartphone.

Andando oltre e soffermandosi sul layout dei chip, ci sono alcuni dettagli piuttosto importanti da segnalare: prima di tutto, oltre al modem 5G Snapdragon X50 è presente anche il modulo antenna mmWave Qualcomm QTM052 (Foto 2 qui sopra); secondo, anche sulla daughterboard in basso ci sono due piccoli moduli aggiuntivi per le antenne mmWave (Foto 3); terzo, la motherboard è organizzata su due "piani" impilati l'uno sopra l'altro per risparmiare spazio (Foto 4); quarto, nella nuova S Pen c'è un chip chiamato SP912 (evidenziato in rosso nella Foto 5 qui sopra), il cui scopo è ignoto, ma è molto probabilmente il giroscopio a sei assi che permette di eseguire le gesture "da bacchetta magica".


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker