Hi-Tech

Recensione Amazfit Verge Lite: ottimo smartwatch ma vale la pena comprarlo?

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Nell'attesa che Google rivitalizzi il suo Wear OS, sto utilizzando smartwatch basati su altri sistemi operativi come l'Amazfit Verge Lite prodotto da Huami, un azienda cinese finanziata parzialmente da Xiaomi. Si tratta di una versione più economica rispetto al modello recensito qualche mese fa dal quale riprende il design perdendo, però, alcune funzionalità come la possibilità di effettuare e ricevere chiamate direttamente dall'indossabile.

TUTTO IN PLASTICA, IMPERMEABILE E COMODO DA INDOSSARE

Il design è essenziale. La cassa e il cinturino sono realizzati in plastica, dura per il primo e morbida per il secondo, con un effetto soft touch piacevole al tatto. Nonostante l'aspetto non sia dei più curati e lo spessore decisamente generoso, risulta essere molto resistente agli urti o cadute oltre che comodo da tenere al polso. Il peso è, infatti, di soli 43,8 grammi e sarà facile dimenticarsi di averlo al polso. Un dettaglio che non mi ha convinto particolarmente è stato l'anello ferma cinghietta, troppo morbido e largo nell'esemplare in prova. Nel lato destro è stato inserito un solo tasto fisico utilizzabile per accendere/spegnere lo smartwatch, per tornare alla Home oppure per avviare alcune funzionalità delle app preinstallate. Personalmente ho trovato il suo utilizzo comodo, complice anche il posizionamento leggermente decentrato.

Tra gli altri aspetti degni di nota menziono la possibilità di cambiare i cinturini (quelli originali hanno lo sgancio rapido), la certificazione IP68 che vi consentirà di utilizzarlo anche in acqua (dolce) e la presenza di un lettore per il battito cardiaco poco sporgente e, quindi, non fastidioso.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker