Hi-Tech

Facebook "ascolta" di nascosto gli utenti come Amazon, Apple, Google e Microsoft

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Anche Facebook ha pagato degli appaltatori esterni umani per trascrivere delle conversazioni vocali. La pratica è consolidata nel settore, ma se ne è iniziato a parlare solo recentemente come l'ennesimo esempio di cattiva gestione dei dati personali – e della privacy – delle grandi aziende tecnologiche. Amazon, Google, Apple e Microsoft sono state accusate prima di Facebook, e tutte e quattro l'hanno ammesso.

A differenza delle altre quattro, Facebook non ha un vero e proprio assistente virtuale, e così prende i dati vocali che le interessano direttamente dalle chiamate e dai messaggi vocali inviati su Messenger. Anche qui c'è un precedente: Microsoft fa lo stesso con Skype. Anche Facebook fa notare che nei termini e nelle condizioni d'uso c'è scritto che potrebbe acquisire alcune parti di conversazione al fine di migliorare la qualità del servizio, ma nemmeno qui è specificato che l'analisi potrebbe essere condotta da esseri umani.

La novità rispetto ad altre aziende è che, nel caso di Facebook, nemmeno le persone assunte per svolgere il lavoro avevano idea della provenienza delle clip audio da trascrivere. Solo in corso d'opera divenne piuttosto chiaro che si trattava di conversazioni che gli utenti ritenevano private, così i lavoratori hanno cominciato a fare domande su legalità e implicazioni etiche dell'iniziativa.


Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 449 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker