Hi-Tech

Carta canta: Apple Card alla conquista del mercato dei pagamenti #prospettive

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Negli annali di Apple il 2019 verrà ricordato come l’anno del grande pivot, un mastodontico cambio di strategia che sta trasformando la società di Cupertino da azienda che produce hardware ad azienda di servizi. Gli indicatori di questo cambiamento epocale erano già evidenti da tempo, ma Apple ha scoperto definitivamente le carte a marzo, con un evento speciale che ha mostrato in anteprima Apple Tv+, Apple News+, Apple Arcade, e soprattutto la Apple Card. Dico “soprattutto” in riferimento alla nuova carta di credito marchiata Apple perché, di tutti nuovi servizi che l’azienda si appresta a gestire, è quello che incarna meglio la svolta in atto a Cupertino. Apple Card promette inoltre di scombinare le carte del ricco settore dei pagamenti digitali.

COME FUNZIONA LA APPLE CARD

La Apple Card è una carta di credito vera e propria, con cui si possono effettuare pagamenti online e offline. Come tale funziona con un sistema di credito che prevede il pagamento del saldo mensile, con interessi sullo scoperto in caso di pagamento ritardato. A differenza delle carte di credito tradizionali è pensata però come carta puramente virtuale che risiede nel Wallet dell’iPhone dell’utente, a cui è legata a doppio filo. C’è anche una (bellissima) carta fisica in titanio che si può richiedere separatamente senza costi aggiuntivi e che serve principalmente per gli acquisti tramite POS non abilitati al pagamento contactless (il circuito è MasterCard, accettato in tutto il mondo). 

Apple ha eliminato il numero di carta, il codice CVV (il numero di sicurezza a tre cifre stampato solitamente sul retro) e il PIN, tutti elementi finora considerati indispensabili su qualsiasi carta di credito ma superflui per un prodotto come la Apple Card, che verrà gestita – dalla richiesta di apertura al pagamento del saldo – unicamente tramite l’app Wallet dell’iPhone. Il procedimento è stato già ampiamente documentato online nei giorni scorsi dopo che Apple ha avviato un primo round di registrazioni preliminari in vista dell’avvio definitivo del servizio previsto per fine agosto.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker