Hi-Tech

Recensione Huawei Mate 20 X 5G: il primo con modem standalone

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Era da qualche tempo che si attendeva l'esordio del primo smartphone 5G di Huawei, evidentemente rallentata dalle vicende legate al ban ma certamente pronta a questa sfida con Mate 20 X 5G. La verità è che non c'è fretta, seppur siano state avviate le prime reti con TIM e Vodafone in diverse città italiane le prestazioni sono ancora altalenanti e la copertura scarsa. Ma la casa cinese ha un vantaggio: rispetto alla concorrenza, che ha già messo in vendita i primi smartphone 5G-ready, vanta infatti il primo modem proprietario Balong 5000 che è anche l'unico standalone sul mercato.

Huawei, come molti altri, ha optato per una versione modificata di uno smartphone già presente all'interno del proprio portfolio, una scelta cauta e comprensibile per questa primissima ondata. L'unica voce fuori dal coro è in questo caso Samsung che ha previsto uno smartphone nuovo e diverso con Galaxy S10 5G. Dimensioni più che importanti per Mate 20 X come per il suo fratello gemello presentato a fine 2018, quasi assimilabile ad un piccolo tablet visto l'enorme display da oltre sette pollici.

IL 5G C’E’ MA NON SI SENTE

Comincio subito con un paio di considerazioni sul 5G e sulla caratteristica distintiva di questo Mate 20 X, ovvero il modem Balong 5000. Le differenze fondamentali sono due: la prima è che Mate 20 X 5G permetterà, quando disponibili, di accedere alle reti SA e non solo a quelle NSA attualmente attive; la seconda riguarda invece il processo di accesso alle reti 5G. Con il modem stand-alone è infatti possibile agganciare direttamente il segnale 5G senza dover passare per il 4G, come avviene invece con i modem non-standalone.

Huawei Mate 20 X 5G è disponibile online da Unieuro a 1,099 euro.

(aggiornamento del 11 July 2019, ore 19:25)

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker