Hi-Tech

Google, multa da 13 milioni di dollari: raccoglieva dati da WiFi con Street View

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Google di nuovo nel mirino per la violazione di dati: il colosso di Mountain View ha violato sistematicamente la privacy di molti utenti, carpendo dati sensibili grazie alle auto che mappavano le strade per aggiornare Google Maps. Per questo motivo pagherà una multa da 13 milioni di dollari, che va ad aggiungersi a quella recentemente comminatagli per aver violato la privacy dei bambini su YouTube.. Quisquilie, se si considera il fatturato dell'azienda in questione, ma perlomeno si tratta di un segnale tangibile da parte di un tribunale americano.

La faccenda risale al 2010: all'epoca, in oltre 30 Stati era comune avvistare le classiche auto che Google utilizzava per aggiornare Google Maps. Senonché, durante questa operazione di mappatura, le auto del colosso americano non si limitavano a fotografare le arterie viabilistiche, ma carpivano anche dati dai sistemi WiFi "aperti", ovvero non protetti da password, di cittadini ignari.

Così, Google ha raccolto una grande mole di informazioni, tra cui dati sensibili come indirizzi email, password, numeri di carta di credito e chiavi d'accesso ai sistemi bancari. Scoperto il fatto, alcuni utenti hanno promosso una class action nei confronti di Google, che è sfociata – dopo un lungo percorso processuale, durato quasi un decennio – nell'accordo raggiunto tra le parti.


Il top gamma più piccolo e pontente sul mercato? Samsung Galaxy S10e è in offerta oggi su a 447 euro oppure da Amazon a 575 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker