Hi-Tech

Google discrimina sull'età per le assunzioni? Un caso da 11 milioni di dollari

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Dopo aver patteggiato per un caso di discriminazione razziale in Gran Bretagna, Google ha intenzione di staccare un assegno da 11 milioni di dollari per mettere la parola fine a una causa relativa alla discriminazione d'età nell'ambito delle assunzioni. L'azienda di Mountain View infatti ha ricevuto ben 227 richieste di risarcimento da parte di candidati che in sede di colloquio ritengono di essere stati ingiustamente discriminati per via della loro età.

L'azione legale ha preso il via nel 2015 per mano di Robert Heath, un uomo sulla sessantina che aveva sostenuto un colloquio di lavoro per una posizione per la quale sarebbe stato "un ottimo candidato", parola di recruiter. Durante il colloquio telefonico però si era scontrato con un ingegnere di Google sul significato della parola "byte": mentre quest'ultimo sosteneva che il termine indicasse unicamente un insieme di 8 bit, Heath gli aveva ricordato che sui sistemi di un tempo il range poteva variare da 6 a 40 bit.

Il caso di Heath si era chiuso a dicembre con il raggiungimento di un accordo tra le parti, ma la questione è proseguita con un'altra class action guidata stavolta da Cheryl Fillekes, querelante sulla cinquantina che ha intrapreso la causa nel 2016. Fillekes sostiene infatti di aver ricevuto la richiesta di inviare una seconda volta il suo curriculum vitae a Google aggiungendo ulteriori dettagli in merito al periodo della sua formazione, in modo – sostiene lei – da poter ricavare la sua età anagrafica.


Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Techinshop a 635 euro oppure da Amazon a 719 euro.

CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker