Hi-Tech

Apple accusata dal WSJ di favorire le sue applicazioni nella ricerca su App Store

Pubblicato su INFORMAZIONE 24 in: HI-TECH

Le app di Apple vengono mostrate sempre per prime nelle ricerche sull'App Store, cosa ingiusta per gli sviluppatori di terze parti. Questo è quanto viene sostenuto in un report del Wall Street Journal che ha effettuato una serie di test che hanno dimostrato come le app di Apple, nel 60% dei casi, vengano mostrate in cima ai risultati. Le app che generano entrate per Apple, come Musica o Libri, sono apparse per prime nel 95% delle ricerche effettuate.

Per fare degli esempio, se viene effettuata una ricerca sull'App Store per "mappe", l'app Mappe di Apple viene mostrata per prima, subito al di sotto di un post sponsorizzato. Successivamente ci sono Google Maps, Waze e altre app. Discorso simile si si cerca "musica": come primo risultato c'è Apple Music e poi YouTube Music, Spotify e altro. Anche con "libri" il risultato non cambia.

Apple ha risposto al rapporto del WSJ eseguendo dei test che hanno portato a risultati diversi. Secondo Apple, l'App Store utilizza un algoritmo basato su apprendimento automatico e sulle preferenze dei consumatori. Il risultato di questo algoritmo è spesso variabile.


CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

Tags
Mostra altro

Articoli correlati

Lascia un commento

Ti potrebbe interessare...

Close
Close

Adblock rilevato

Disattiva il tuo AdBlocker